BETFLAG, UN GRAN PREMIO LOCATELLI ALL’INSEGNA DELL’INCERTEZZA

Alla Maura di Milano quattordici i cavalli al via dietro le ali della macchina senza un favorito

Gruppo III sui 1650 metri dotato di poco più di 40mila euro a traguardo, il Gran Premio Mario Locatelli dà la stura alla lista dei Gran Premi 2020 in programma alla Maura di Milano. Riservato a cavalli indigeni di cinque anni ed oltre ed esteri di quattro più, ha raccolto quattordici concorrenti dietro le ali della macchina.

E’ una corsa decisamente incerta, nella quale non esiste un favorito vero e proprio. L’asso pigliatutto Alessandro Gocciadoro ne schiera ben quattro, di cui tre della Indal della famiglia Legati, Zealand As, Vanesia Ek e Ua Huka. A loro va aggiunto poi Von Wise As, l’unico di questo poker in seconda fila.

Se Holger Ehlert manda in pista con chances Uragano Trebì, reduce da periodo difficile ma visto in ripresa a Bologna, ed Erik Bondo ripropone al massimo livello Deimos Racing e lancia Zaffiro Jet, Mauro Baroncini ne schiera tre, Vincent Ferm, Universo d’Amore e Victor Ferm, tutti nella fila dietro.

BetFlag, provider leader nel settore della quota fissa online, propone nella propria tabella ante-post la scuderia nel ruolo di punto di riferimento a 3,50 ed Uragano Trebì in quello di principale contro a 4,50. Valutazioni che danno chiaro il segnale di incertezza su cui vive la vigilia di questo Gran Premio Locatelli.

Notizie rilevanti